08 luglio 2010

Come pulire e conservare i vostri bijoux

Creando bijoux da circa 13 anni, mi sono accorta che la componentistica in metallo tende ad opacizzarsi con il tempo e l'esposione al sole e all'aria... se poi pensiamo con quanta passione, tempo e amore ci abbiamo impiegato è un vero peccato! Ecco di seguito alcuni consigli per come conservare e pulire i vostri bijoux.

Come conservare i propri gioielli
Che si tratti di gioielli preziosi (platino, oro e argento) o di scintillanti bijoux il primo consiglio è di conservarli sempre in una scatola chiusa: l'esposizione all'aria e alla luce ossida e opacizza i metalli anche quelli piu' preziozi.
Ogni gioiello avrà la sua scatola: questo farà si che ogni prezioso non urti l'altro evitanto strisci sulla superficie o sulle perle molto delicate. Se le confezioni scarseggiano, un trucco puo' essere quello di dividere ogni gioiello con un panno morbido (cotone, velluto, ecc.).

Come pulire i propri bijoux
Pulire i propri bijoux è un'operazione semplice che richiede poco tempo ma deve essere fatta regolarmente, con cura e seguire i seguenti accorgimenti:
prendente un bicchiere, riempitelo di acqua calda (non bollente!) e scioglietevi un cucchiaino di bicarbonato; immergete poi il vostro gioiello e dopo 15/20 minuti sciaquatelo e asciugatelo bene con un panno di lino o cotone.
Attenzione! Ho letto in alcuni siti che per la pulizia della bigiotteria bisogna preparare un "intruglio" con dentifricio, pomodoro, alcol e bicarbonato amalgamare il tutto in acqua bollente, immergere poi la bigiotteria e pulirla con uno spazzolino: non fatelo, striscerete e rovinereta tutto!
Fidatevi del mio consiglio che è stato più che testato!


Come indossare, conservare e pulire le collane di perle
Le collane di perle vere vanno usate e non lasciate chiuse in un cassetto: questo perchè il calore e la nostra pelle le "nutrono" mantenedole vive.
Prima di indossare le perle sulla pelle, è consigliabile truccarsi e profumarsi: i profumi, così come i cosmetici e le lacche, sono nocivi per le perle perchè contengono degli agenti chimici capaci di opacizzare la superficie delle perle.
Dopo aver indossato un gioiello di perle, lo si deve riporre in una custodia singola; le perle non devono venire a contatto con altri gioielli in metallo: la madreperla è un materiale fragile e tenero che rischierebbe di rovinarsi e di rigarsi al contatto con pietre dure e altri metalli preziosi.
Altra cosa importante è il rivestimento della scatola: questo infatti non deve essere di cotone di lana così eviterete il processo di disidratazione.

E infine ecco come pulire le perle.
Per un uso normale bisogna strofinare delicatamente le perle con un tessuto umido e morbido così da eliminare tutti i prodotti nocivi sopracitati.
Successivamente per lisciare e riaccendere la brillantezza delle perle si utilizza un tessuto morbido o della pelle di daino contenente una goccia di olio di oliva.
Se appare una macchia su una perla eliminata con gentilezza utilizzando un tessuto morbido o grattala dolcemente con l'unghia.

Attenzione!
Non utilizzare apparecchi di pulizia ad ultrasuoni ed evitare di pulirle con spazzolini da denti o altri materiali abrasivi aggressivi.

Ogni due anni vi consiglio di far reinfilare i vostri gioielli di perle: indossando collane e bracciali di perle, il filo si usura.
Spero che questi consigli vi siano stati utili: per eventuali info, non esitate a contattarmi!
A presto.
Rosy